Esplora contenuti correlati

Una nuova opera di street art a Montale

L’arte a cielo aperto decora Montale. Dopo Tellas, da martedì 4 febbraio un altro artista dal profilo internazionale presterà il suo talento per impreziosire il territorio castelnovese.
Si tratta di Fabio Petani, urban artist di fama mondiale, che porterà a Montale uno dei suoi lavori alchemici, nei quali ogni elemento chimico ha una connessione con l’ambiente, lo spazio o il contesto dove il murale viene realizzato.
L’artista piemontese lavorerà dal 4 al 10 febbraio su via Vandelli, che si arricchisce così di un secondo grande muro, riqualificato a vantaggio di tutta la collettività, dalla comunità di passanti alle auto in transito tra Modena e Maranello.

“Per un centro di 5mila abitanti – spiega Sofia Baldazzini, assessora alla Cultura del Comune di Castelnuovo Rangone – è una cartolina ambiziosa, capace di sollecitare la curiosità degli abitanti e il passeggio quotidiano. L’opera di Petani è un grande omaggio alla bellezza di riscoprire luoghi lontani dalle grandi capitali eppure capaci di rivelarsi pieni di vitalità e di un’anima operosa e semplice, forse per questo così ricca”.

Lo scorso autunno, grazie al sostegno dei commercianti e delle botteghe di Montale, Tellas ha realizzato un murales lungo via Estese, portando il suo stile unico caratterizzato da tratti materici e floreali; dal 4 febbraio Montale torna ad investire su opere d’arte a cielo aperto, con il coinvolgimento delle scuole e della cittadinanza, che sarà protagonista dalle prime pennellate della creazione. L’evoluzione urbana di Montale prosegue così con la “regia” del Comune di Castelnuovo Rangone e di Tiziano dal Vacchio, presidente dell’associazione Rosso Tiepido, che negli ultimi anni ha portato alcuni dei migliori street-artist sulla scena nazionale e mondiale.

Nato a Pinerolo nel 1987, dopo la laurea in Beni Culturali alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino (con una tesi sull’arte urbana e la cultura di strada dalle origini ai giorni nostri), Petani è entrato nel panorama artistico torinese e negli anni i suoi elementi e le sue piante hanno decorato le facciate di diverse città nel mondo. L’artista affianca nelle sue opere chimica e piante, riassumendo il particolare connubio che da sempre lo affascina con la sua dicotomia alchemica che riporta anche nelle forme. Elementi geometrici, spesso circolari, dialogano con figure fitomorfe, scomponendole e astraendole per dare loro un significato più nobile, elevandole a simboli di espressioni concettuali. Oltre ogni mero decorativismo, i suoi elementi floreali mirano sempre a instaurare una relazione solida tra opera e territorio, lasciando spazio a un significato che va oltre la pura rappresentazione figurativa, rivolgendosi invece a concetti più astratti, mentre l’uso di tonalità tenui e la combinazione armonica dei colori donano eleganza alle opere in strada, consegnando il messaggio alla città con gentilezza.

Servizio Cultura Turismo e Volontariato

Via Roma n° 1, piano primo.

tel. 059-534802
fax. 059-534900
e-mail: cultura@comune.castelnuovo-rangone.mo.it
orari:
Lunedì e Mercoledì dalle 08.30 alle 13.30
Martedì, Giovedì e Venerdì dalle 08.30 alle 13.00
Giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00
Sabato Chiuso


Primo inserimento del 28/01/2020 -- Ultimo aggiornamento del 06/02/2020 ore 11:11 -- N° visioni: 220 -- Stampa
torna all'inizio del contenuto