Esplora contenuti correlati

Vissi da uomo, amai la verità

Il Comune di Castelnuovo Rangone celebra la figura del giudice Giovanni Lodi con una mostra, che verrà inaugurata martedì 12 novembre 2019, a partire dalle ore 19, da una conferenza che si terrà in Sala del Consiglio (via Roma, 1), nella quale interverranno Massimo Paradisi - sindaco di Castelnuovo Rangone, il Professor Elio Tavilla, l'Avvocato Giorgio Pighi e la Dottoressa Antonella Bergamini, curatrice della mostra.

Al termine della conferenza sarà possibile visitare la mostra nello spazio espositivo di Piazza Papa Giovanni XXIII.

Info: URP Comune di Castelnuovo Rangone – Tel. 059-534810 – urp@comune.castelnuovo-rangone.mo.it


GIOVANNI LODI (Bologna , 1° dicembre 1931 – Modena 9 ottobre 2007) è stato un magistrato italiano.

Entrato in magistratura molto giovane, nel 1958, ha ricoperto nel corso della sua carriera il ruolo di Pretore e Pubblico Ministero.

Negli anni settanta si è impegnato, come Giudice e cittadino, a sostegno della liberazione del Giudice greco Christos Sartzetakis, che aveva individuato i colpevoli dell’omicidio del sindacalista Gregoris Lambrakis.

Giovanni Lodi ebbe occasione poi di frequentare il giudice Sartzetakis che in seguito divenne Presidente della Repubblica Greca.

Giovanni Lodi si sentì vicino al popolo greco oppresso dalla dittatura e si impegnò con molte delle sue forze.

Fu presente come osservatore in alcuni processi a dissidenti nella Grecia dei colonnelli; fra quei processi ci fu anche quello a Stathis Panagulis, fratello di Alessandro (Alekos per chi lo conosceva).

Fu attivo nello stesso periodo a sostegno dei rifugiati politici del Cile di Pinochet, dopo la morte di Salvador Allende (11 settembre 1973).

Nel 1980 fu nominato magistrato di Cassazione. Nello stesso anno scelse di lasciare la magistratura.

Si dedicò, negli anni che seguirono, agli studi letterari che aveva coltivato fin da ragazzo. Cresciuto nella cultura francese e nell’amore per i libri, faceva sua una frase letta e riletta “più frequenti un amico, più impari a conoscerlo, così per i libri”.

Sono di Giovanni Lodi opere di invenzione (Stendhal e Richelieu – Amicizie immaginarie; Il capitano, il fiume, gli uomini – Storie del Finale di Modena), sia numerosi contributi critici su personalità che gli furono care: Stendhal, Vieusseux, Verri, Galileo, saggi che furono pubblicati negli Atti della Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Modena, di cui era stato nominato socio corrispondente.

Uomo di cultura e di spirito, si interrogò per tutta la vita – da magistrato e da uomo – sui temi della giustizia, della verità e del rispetto per la dignità umana.

 

Servizio Cultura Turismo e Volontariato

Via Roma n° 1, piano primo.

tel. 059-534802
fax. 059-534900
e-mail: cultura@comune.castelnuovo-rangone.mo.it
orari:
Lunedì e Mercoledì dalle 08.30 alle 13.30
Martedì, Giovedì e Venerdì dalle 08.30 alle 13.00
Giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00
Sabato Chiuso


Primo inserimento del 30/10/2019 -- Ultimo aggiornamento del 11/11/2019 ore 10:22 -- N° visioni: 211 -- Stampa
torna all'inizio del contenuto