Comune di Marano sul Panaro

Esplora contenuti correlati

AGEVOLAZIONI IMU PER ALLOGGI CONCESSI IN LOCAZIONE A CANONE CONCORDATO

Servizi

AGEVOLAZIONI IMU PER ALLOGGI CONCESSI IN LOCAZIONE A CANONE CONCORDATO - Comune di Castelnuovo Rangone - Servizi - Area Finanze e Tributi - Tributi

I contratti di locazione di immobili abitativi stipulati ai sensi dell’art. 2, comma 3, legge 431/1998 (cosiddetti “a canone concordato”) consentono di accedere a benefici fiscali anche in materia di IMU, a condizione che il contratto sia rispondente alle condizioni previste all’accordo territoriale sottoscritto dalle associazioni dei proprietari e degli inquilini. Per il Comune di Castelnuovo Rangone è stato sottoscritto un nuovo accordo territoriale in data 16 novembre 2023 che decorre dal 1 dicembre dello stesso anno.

Le agevolazioni IMU (che si estendono anche alle eventuali pertinenze, se anch’esse locate) consistono:

  • nell’applicazione dell’aliquota agevolata deliberata dal Comune di Castelnuovo Rangone nella misura del 7,6 per mille a cui si ha diritto se il conduttore risiede anagraficamente e dimora stabilmente nell’immobile locato (cioè adibisce l’immobile a propria abitazione principale come definita ai fini IMU).
  • in una riduzione dell’imposta dovuta al 75%, prevista dalla legge statale (art. 1, comma 745, legge n. 160/2019).

Pertanto, in fase di liquidazione dell’IMU dovuta per il possesso di immobili locati a canone concordato possono verificarsi le due seguenti ipotesi:

  1. a partire dalla data in cui il conduttore trasferisce la residenza anagrafica ed inizia a dimorare stabilmente nell’immobile locato, il soggetto passivo IMU potrà applicare sia l’aliquota agevolata del 7,60 per mille deliberata dal Comune di Castelnuovo Rangone sia la riduzione dell’imposta al 75% prevista dallo Stato;
  2. se o fino a quando il locatario non trasferisce la residenza anagrafica e non inizia a dimorare stabilmente nell’immobile locato, il soggetto passivo IMU potrà applicare all’imposta liquidata applicando l’aliquota ordinaria deliberata dal Comune di Castelnuovo Rangone solo la riduzione al 75% prevista dalla legge statale.

L’applicazione dell’aliquota agevolata deve essere comunicata all’ufficio tributi del comune di Castelnuovo Rangone, a pena di decadenza, entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui è sorto il relativo diritto, compilando l’apposito modulo. Con le medesime modalità dovrà essere comunicata anche la cessazione del diritto all’agevolazione.

Per poter accedere alle agevolazioni fiscali il contratto di locazione deve essere obbligatoriamente redatto sulla base dello schema tipo recepito dal predetto accordo territoriale (allegato A per le locazioni ordinarie).

In sede di stipula le parti possono farsi assistere da una delle associazioni firmatarie dell’accordo territoriale mentre per i contratti non assistiti è richiesto il rilascio di un’attestazione di rispondenza (allegato F) da parte di una delle associazioni firmatarie.

La legge n. 431/1998 prevede che i contratti a canone concordato non possano avere una durata inferiore a tre anni e alla prima scadenza, se le parti non concordano sul rinnovo, il contratto è prorogato di diritto per ulteriori due anni.

L’art. 19-bis, d.l. 34/2019 ha chiarito che, al termine della proroga biennale, salvo il caso di rinuncia di una delle parti, il contratto si intende tacitamente rinnovato per un ulteriore biennio.

Dal combinato delle richiamate norme consegue che in caso di sottoscrizione di un nuovo accordo territoriale, alla scadenza del contratto (cioè allo scadere della proroga o del rinnovo biennale), per poter continuare ad accedere alle agevolazioni fiscali occorrerà stipulare un nuovo contratto di locazione rispondente alle condizioni e secondo lo schema tipo previsto dal nuovo accordo.

L’accordo territoriale è applicabile anche ai contratti di locazione transitori che abbiano una durata minima di 31 giorni e durata massima di 18 mesi. Va da sé che anche i contratti transitori devono essere rispondenti alle condizioni previste dall’accordo e devono essere redatti sulla base del relativo schema tipo (allegato B).

In particolare, l’esigenza di transitorietà (del locatore o del conduttore) deve essere:

  • una tra quelle previste nell’accordo territoriale;
  • esplicitamente dichiarata nel testo del contratto;
  • comprovata da apposita documentazione allegata al contratto.

Una specifica tipologia di contratto di locazione transitorio è quello riservato ai conduttori che siano studenti universitari o siano iscritti a corsi di formazione post-laurea. In questo caso il contratto di locazione potrà avere una durata minima di sei mesi e una durata massima di tre anni. Alla prima scadenza, salvo tempestiva disdetta da parte del locatore, il contratto si rinnova per uguale periodo e termina automaticamente alla seconda scadenza. Anche per questi contratti all’accordo territoriale è allegato il relativo schema tipo (allegato C).

In questa stessa pagina è pubblicato l’accordo territoriale sottoscritto in data 16 novembre 2023 ed i relativi allegati.

Invece, alla pagina raggiungibile dal seguente link è possibile consultare l’accordo territoriale sottoscritto in data 27 settembre 2016 ed i relativi allegati. Si ribadisce, tuttavia, che tale accordo ha cessato la propria validità il 30 novembre 2023.

Tributi

Via Roma n° 1, piano secondo

tel. 059 534876 - 059 534877 - 059 534820 - 800 034777 NUMERO VERDE
fax. 059-534900
e-mail: tributi@comune.castelnuovo-rangone.mo.it
pec: comune.castelnuovo@cert.unione.terredicastelli.mo.it
referenti:
Responsabile dott.ssa Francesca Sola
Istruttore Direttivo Dario Pantaleo
Istruttore Amministrativo Elena Carandini
Istruttore Amministrativo Martina Bortolini
Istruttore Amministrativo Rita Scaglioni

orari:
Lunedì, Martedì, Mercoledì e Venerdì: dalle 9.00 alle 13.00
Giovedì pomeriggio: dalle 15.00 alle 18.00
Sabato chiuso



Primo inserimento del 13/01/2023 -- Ultimo aggiornamento del 04/12/2023 ore 10:31 -- N° visioni: 988 -- Stampa
torna all'inizio del contenuto